assessorato

Da luglio 2013 a ottobre 2015 sono stato assessore alla Trasformazione Urbana del Comune di Roma nominato come tecnico ed esperto. La delega comprendeva oltre all’urbanistica, l’edilizia privata e l’edilizia sociale. L’impegno principale è stato rivolto all’attuazione della strategia della rigenerazione urbana contenuta nel programma di mandato del sindaco. Sono stato coordinatore nazionale degli assessori all’urbanistica per conto dell’ANCI.
Nei due anni di impegno presso l’assessorato sono state predisposte circa 100 delibere di giunta e circa 60 proposte di delibera assembleare e sono stati siglati protocolli di intesa con i principali enti e soggetti attivamente coinvolti nelle iniziative di trasformazione urbana (tra i quali Agenzia del Demanio, Cassa depositi e prestiti, Acer e Confedilizia). L’attività si è concentrata sul raggiungimento di tre principali obiettivi:

  • ristabilire un quadro ordinato di regole, con la cancellazione di tutti gli atti che sovvertivano il piano regolatore, la riscrittura degli strumenti che disciplinano il rapporto pubblico privato e la riorganizzazione della macchina amministrativa;
  • riorientare le scelte pregresse, contenute nelle centinaia di piani attuativi in corso di approvazione e attuazione (ne esistono oltre 600), introducendo le modifiche necessarie per rafforzare le scelte di interesse pubblico enunciate nelle linee programmatiche di mandato e per rimuovere gli ostacoli di natura burocratica;
  • attuare la strategia della rigenerazione urbana, attraverso una serie di interventi puntuali nelle aree dismesse di proprietà pubblica, nella città da ristrutturare e nelle aree dei piani di zona che, complessivamente, anticipano una nuova modalità di intervento e trasformazione della città esistente, seppure in assenza di un’adeguata cornice normativa primaria.

Ho promosso attività di ricerca e programmi con finanziamenti dell’Unione Europea e di partner internazionali, con il coinvolgimento dei principali enti di ricerca attivi nella capitale. Si ricorda tra queste, la partnership con Bloomberg Associates, una collaborazione finalizzata all’attrazione di investitori internazionali nei programmi di rigenerazione urbana; TUTUR, un progetto pilota europeo finalizzato alla promozione dell’utilizzo temporaneo di edifici abbandonati. Il progetto, finanziato con 100.000 € nell’ambito del programma URBACT, vede la partecipazione delle città di Roma (capofila), Brema e Alba Iulia.

link al sito di TUTUR- temporary use as a tool for urban regeneration
Documento di sintesi dell’attività svolta

IN EVIDENZA


link al archivio completo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *